ISO 14001:2015 vs revisione 2004 – Cosa è cambiato?

La nuova revisione 2015 della ISO 14001, la principale norma internazionale per la progettazione e l’implementazione di un Sistema di Gestione Ambientale.

 

Allineamento

La nuova versione della ISO 14001 è compatibile con altre norme di sistemi di gestione quali ISO 9001, ISO 22301, ISO 27001 e ISO 20000, semplificandone così l’integrazione.

Confronto

La nuova versione ha 10 punti, al posto dei quattro di quella precedente, nonché 16 documenti obbligatori al posto dei 12 del passato. Ciò può sembrare, a prima vista, un aumento delle scartoffie, ma diciamocelo: nessuno è mai riuscito a attuare il proprio SGA con solo 12 documenti, quindi ogni azienda utilizzerà tutti i documenti necessari, basta solo non sovraccaricarsi di documentazione.

Requisiti

Ci sono alcuni requisiti nuovi, ma i più significativi sono il Contesto dell’organizzazione (punto 4) e le Azioni per affrontare rischi e opportunità (punto 6.1). L’idea che sta dietro a questi due nuovi requisiti è rendere l’SGA parte delle attività quotidiane dell’azienda e viceversa.

Ovviamente, alcuni vecchi requisiti sono ormai obsoleti: traguardi ambientali, rappresentante della direzione e azioni preventive non fanno più parte della ISO 14001. Solo il tempo dirà quali di essi sopravvivranno, ora che non sono più un requisito.

Analogie e differenze

Come in qualunque altra revisione, ci sono alcune parti che presentano solo modifiche minori, mentre altre sono interessate da cambiamenti notevoli.

Politica Ambientale, Leadership, Competenza, Formazione e consapevolezza, Riesame della direzione e Azioni correttive hanno subito solo modesti cambiamenti e la maggior parte del sistema esistente in riferimento a tali requisiti può restare com’è.

Il secondo gruppo che presenta cambiamenti moderati comprende Identificazione e valutazione degli aspetti ambientali, Obiettivi ambientali e piani per raggiungerli, Preparazione e risposta alle emergenze, Valutazione della performance, Gestione dei documenti, Comunicazione e Campo di applicazione dell’SGA: questi elementi devono essere rivisti e aggiornati per essere conformi alla nuova versione.

Ultimo, ma non per questo meno importante, è un gruppo di requisiti che devono essere creati e integrati nell’SGA esistente da zero. Rischi e opportunità, Contesto dell’organizzazione e Parti interessate sono nuovi requisiti che devono essere soddisfatti e dovrebbero essere implementati con attenzione perché essi gettano una luce completamente nuova sul Sistema di Gestione Ambientale.

Qual è il contributo della revisione 2015 all’SGA?

Abbiamo atteso così a lungo questa revisione e ora è il momento di vedere cosa significano veramente questi cambiamenti per il Sistema di Gestione Ambientale. È assolutamente evidente che la ISO 14001, come qualunque altra norma dei sistemi di gestione, è un’arma a doppio taglio e non funziona se non è attuata e mantenuta attiva adeguatamente. Se tutto, però, è fatto come si deve la ISO 14001:2015 apporterà al vostro SGA:

  • migliore integrazione con altre attività aziendali
  • potenziamento dell’approccio per processi e del ciclo PDCA
  • decentralizzazione del sistema e distribuzione delle responsabilità dell’SGA in tutta l’organizzazione
  • maggiore coinvolgimento dell’alta direzione nell’SGA
  • considerazione dell’intero ciclo di vita del prodotto o del servizio durante la valutazione degli aspetti
  • maggiore enfasi sul monitoraggio della performance ambientale

 

La revisione 2015 della ISO 14001 è uno strumento necessario per raggiungere lo scopo finale: il miglioramento dei Sistemi di Gestione Ambientale e, di conseguenza, una migliore protezione dell’ambiente stesso.

 

Lo staff della ICP SERVICES S.R.L è a completa disposizione per qualsiasi chiarimento.

Non esiti a contattare le nostre sedi di:
Valenzano (BA) Telefono: +39.080.9697060 – Fax: +39.080.9692092
Taranto (TA) Telefono +39.099.4593984– Fax: +39.080.9692092

 

FONTE: HTTPS://ADVISERA.COM/
ICP ServicesISO 14001:2015 vs revisione 2004 – Cosa è cambiato?